silicon valley

Quante silicon valley esistono nel mondo?

Quante silicon valley esistono nel mondo?

Una domanda del genere potrebbe essere abbastanza bizzarra perché tutti conosciamo la silicon valley statunitense essendo la più antica e quella che ha un maggiore risalto nei media ma in effetti ce ne sono altre in giro per il mondo. L’Italia, ormai tanti anni fa, l’opportunità di creare un ambiente molto interessante per la tecnologia ad Ivrea ma tutto andò male e l’Olivetti che era il fulcro di questo importante esperimento. Nel corso degli ultimi anni sono cresciuti questi agglomerati di aziende tecnologiche e di accelleratori di StartUp. Il termine silicon valley, essendo uno standard in questo tipo di tecnologia, non si riferisce unicamente a quella famosa californiana ma nelle realtà, che comunque hanno altre denominazioni che tra poco vedremo, presenti in tutto il mondo.

Vediamo quali sono le tre silicon valley più importanti nel mondo:

  • Silicon Valley: la silicon valley è il distretto informatico e tecnologico statunitense comprendenti all’incirca la San Francisco Bay Area e la California del nord. Nata anche grazie alla presenza della Stanford University ha visto la nascita di aziende che tuttora sono leader del settore. Un grande impulso fu dato negli anni cinquanta quando, in piena guerra fredda, il governo statunitense cominciò ad investire notevoli quantità di denaro;
  • Silicon Wadi: posizionata nella pianura costiera di Israele, dalle parti di Tel Aviv, Petah Tikva, Netanya e moltissimi altri centri. Sono presenti in queste zone moltissime aziende informatiche sia nazionali sia internazionali andando a produrre un ottimo livello di
  • Innopolis: è il nuovo distretto informatico della Russia e c’è da scommettersi che riuscirà ad ottenere una grande risonanza nel mondo. Già da qualche anno è riuscita ad offrire un interessante richiamo per startupper di tutto il mondo. Naturalmente la compagnia più importante che opera in questo distretto è Yandex.

Le silicon valley sono sicuramente l’unico modo per creare innovazione perché solo gli agglomerati industriali possono essere il vero accelleratore di tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *