Quali sono le flotte spaziali ESA? Una storia lunga quasi quaranta anni

Le flotte spaziali ESA sono diventate un punto essenziale per l’esplorazione del cosmo andando a migliorare le specifiche delle loro cosmonavi riuscendo a diventare un punto di riferimento mondiale. L’Agenzia Spaziale Europea va a portare quindi ad una serie di importanti scoperte riuscendo comunque a portare una serie di scoperte molto importanti per ciò che concerne l’esplorazione del cosmo. La cosa più interessante di questa agenzia sta nel fatto che va a creare una soluzione cooperativa con vari paesi ed agenzie spaziali.

Vediamo le missioni collaborative dell’ESA:

  • SUZAKU: è una missione concepita dalla JAXA, Japan Aerospace Exploration Agency, con vari istituti giapponesi in collaborazione con la NASA ed il MIT per gli USA e naturalmente l’ESA. Questo satellite va a coprire un range di energia dalla 0.3-600 keV ed attualmente adopera la tecnologia dell’imaging CCD camera e l’hard X-ray detector;
  • IKARI: è la seconda missione dell’agenzia spaziale nipponica potendo portare una rilevazione migliore del cosmo operando delle rilevazioni ancora più precise andando a mappare l’intero cosmo grazie a bande ad infrarossi dal 9 a 180 micron;
  • HINODE: è stata una missione molto importante per le rilevazioni stellari andando a creare una collaborazione tra l’ESA, la JAXA, la NASA e la UK YOHKOH per effettuare una serie di importanti rilevamenti spaziali;
  • COROT: rappresenta forse la più importante missione collaborativa in quanto ha interessato le seguenti nazioni: USA, EU, Cina, Brasile, Germania, Austria, Spagna e Belgio. E’ molto utile per lo studio delle stelle e degli esopianeti;
  • Chang’e-1: è la missione per l’esplorazione spaziale portata avanti dall’agenzia spaziale cinese nel quadro del Chinese Lunar Exploration Program;
  • Phobos-Soil:è una missione molto importante per lo studio di due lune spaziali portata avanti con la collaborazione dell’agenzia spaziale russa, la CNES e l’ESA;
  • MICROSCOPE: è una missione portata avanti grazie alla collaborazione tra l’ESA e la CNES per la rivelazione di grande precisione dello spazio.

Il portafoglio di missioni portate avanti dall’ESA mostra come la pianificazione di queste ed altre missioni. Le flotte spaziali ESA riescono ad offrire un grande livello di esplorazione del cosmo.

Immagine del corpo dell’articolo presa da qui