I cartoni anni 80 sono da sempre molto amati sia dalle nuove generazioni sia da quelle che le hanno viste da ragazzini

Quando si parla di cartoni anni 80, anche quelli nipponici di ora, si effettua il solito errore in termini di fraintendimento di culture.In Giappone gli Anime non sono cartoni ma sono film veri e propri solo che sono animati. Il discrimine tra cartone animato ed Anime sta nel fatto che la seconda tipologia è dotata di un significato più profondo ed una trama decisamente complessa. In Italia in quel periodo ci fu un movimento culturale che comprese la musica che portò alla nascita di vari gruppi musicali, alcuni ancora in attività, creando ottime canzoni cartoni anni 80.

Sicuramente quando si parla di cartoni anni 80 non si può non citare pellicole come Bia e la sfida della magia, Conan il ragazzo del futuro, un vero e proprio manifesto antimilitarista derivato dal omonimo libro di Alexander Key. Sam il ragazzo del West parla di ISAMU, questo è il suo vero nome, un ragazzo pistolero prodigio nato dalla relazione tra un giapponese, epoca delle grandi ferrovie dell’ovest statunitense, ed una nativa americana. Deve cercare colui che ha ucciso i suoi genitori ma intanto durante il suo cammino aiuterà tante persone in difficoltà. Poi vi sono quelli che hanno stravolto il mondo come Lady Oscar, ricco di così tanti significati che ad ora è molto dibattuto. Poi c’è la struggente e divertente storia di Coccinella che tratta di una ragazzina che deve affrontare il mondo insieme ai suoi fratelli, rimasti tutti orfani. Una storia molto delicata che rientra nel filone delle stregonerie è la Ransie la Strega. Naturalmente ce ne sono davvero molti ma non possiamo sicuramente non citare l’Uomo Tigre che sebbene possa sembrare molto leggero parla di correttezza nello sport, un tema non attuale?, e l’abnegazione nel raggiungere i propri obiettivi senza però perdere la propia umanità. Forza Sugar è molto simile anche se si parla di pugilato e non di wrestling. Per concludere è necessario citare un vero e proprio manifesto ambientalista e contro la caccia: Kimba il leone bianco.

Musica cartoni anni 80

Abbiamo già ricordato che in quel periodo emersero moltissimi cantanti e gruppi che hanno fatto la storia di questo periodo, è bene ricordare che moltissime di queste canzoni venivano trasmesse anche in altri paesi europei dell’ovest e dell’est. Vediamo quali sono i gruppi principali:

Le Mele Verdi

Questo gruppo di ragazzine divenne estremamente famoso negli anni 80 grazie a sigle per cartoni e canzioni per bambini, come queste due che sono state aggiunte in precedenza. Il coro fu creato dalla cantautrice Mitzi Amoroso ed ebbe collaborazioni molto importanti con Vecchioni e Toffolo. Un gruppo molto importanti per la musica cartoni anni 80. Il coro si scioglie per vari motivi che vanno dai problemi con le reti televisive, la crisi di RCA che da lì a poco sarà acquisita da BMG. Per concludere è d’obbligo ricordare la bravissima Alessandra Maldifassi venuta a mancare troppo presto, a soli 21 anni, nata nel 1971 e morta nel 1993.

I Cavalieri del Re

I Cavalieri del Re sono un gruppo, ancora in attività, con una storia musicale molto vasta. Si deve tenere presente che questi brani condivisi qui sono solo una parte delle tante canzoni prodotte. Si deve tenere presente che il gruppo fu formato da Riccardo Zara, Clara Maria Teresa Serina e Walter Scebran in pianta stabile.

Nico Fidenco

 

Chi sottovaluta questi brani non potrebbe mai pensare che un cantante come Nico Fidenco abbia cantato brani per le sigle per cartoni ed invece ha inciso questi due importanti canzoni per due altrettanto importanti cartoni anni 80.