Quando si parla dell’uomo sulla Luna a volte ci si dimentica di chi ha viaggiato nello spazio prima dei tre statunitensi

L’uomo sulla Luna è stata un passo fondamentale per la nostra specie perché ha permesso di ampliare i nostri confini ma il loro risultato è dovuto ad alcuni coraggiosi piloti che decisero di sfidare l’immenso cosmo senza conoscere assolutamente nulla eccetto ciò che poteva esser visto tramite i telescopi. Prima di Apollo 11 cosa successe? Noi di Bit Magazine vi offriamo un punto di vista differente riguardo allo sbarco sulla luna.

Wenher von Braun, l’inventore che dette all’esercito nazista la famigerata V2, è stato uno dei più importanti artefici del progresso del programma spaziale statunitense. In tal senso è molto interessante da vedere è il secondo video dove l’ingegnere tedesco mostra vari modelli di quello che poi si trasformerà in Apollo 11.

Mentre gli Stati Uniti d’America cercavano di creare una cosmonave in Russia il pilota coraggioso Yuri Gagarin affrontava l’oscurità dello spazio diventando il primo uomo a superare una barriera che mai nessuno prima aveva osato infrangere. Una sua frase celebre, guardando il pianeta dallo spazio, fu: Girando attorno alla Terra, nella navicella, ho visto quanto è bello il nostro pianeta.

 

Non ci furono solo uomini che varcarono i confini del nostro pianeta ma anche Belka e Strelka, le due cagnoline che furono lanciate nello spazio dopo la sfortunata Laika, che tornarono a terra vive. Sono quindi da considerarsi come i primi esseri viventi ad aver visto lo spazio ed esser tornate vive. Il loro viaggio che fece ben diciassette giri orbitali riuscì a raccogliere dati molto importanti per la realizzazione del sogno degli uomini di mettere i loro piedi sulla Luna.

Come invece tutti sanno, la storia di Laika, la prima cagnolina nello spazio, non fu altrettanto felice perché morì soffocata nella sua stessa capsula. La prima volta è sempre quella più rischiosa ma il suo sacrificio non fu assolutamente vano.

Siamo quindi arrivati all’Apollo 11 ed all’uomo che riesce finalmente a mettere i suoi piedi sul nostro satellite aprendo in questo modo la strada verso un nuovo mondo se non una nuova era: quella spaziale. Buzz Aldrin, Neil Armostrong e Michael Collins . Qui ripropriamo la parte finale della diretta RAI originale dell’epoca.

ed una parte di documentario da Ulisse.