La Missione Starlink è stata creata per migliorare la connettività mondiale

La Missione Starlink si confà di sessanta satelliti lanciati dallo Space Launch Complex 40 presso il Cape Canaveral Air Force Station con sede in Florida. Si parla quindi di ben sessanta satelliti, un numero davvero impressionante, che forniranno al mondo la connessione ad internet. La rete satellitare è stata pensata principalmente per i paesi e le zone del nostro pianeta che ancora non sono raggiunte della connessione. Nello specifico si va a parlare di una connessione potente e nello stesso tempo poco costosa in modo tale da poter rendere il nostro mondo ancora più interconnesso.

La Missione Starlink è stata pensata per creare una fitta rete di satelliti in grado di portare la connessione internet con un ottimo segnale, quindi con bassa latenza, ad un costo davvero molto basso. Questi nuovi dispositivi sono abbastanza “semplici” cosa che lo portano ad avere una maggiore scalabilità con un design piatto ed un unico pannello solare lasciando quindi più spazio per le antenne. Il peso di ogni satellite arriva a 272 kg diventando un dispositivo molto leggero e manovrabile. Oltre al grande compito di questi satelliti vi sono due elementi che li caratterizzano: in primo luogo è in grado di tracciare lo spazio e grazie all’intelligenza artificiale riesce a schivare in modo autonomo i possibili asteoridi inoltre quasi tutto il satellite si dissolverà una volta che il suo ciclo vitale sarà terminato. La missione è molto utile ora che è in funzione ma anche quando terminerà perché darà la possibilità di implementare il progetto in futuro per arrivare ad una scalabilità potenzialmente infinita.

La Missione Starlink è un grande progetto per rendere il mondo davvero un posto migliore perché portare la rete in qualsiasi parte del mondo siginfica poter cambiare le sorti economiche di intere comunità.