Cos’è la nomofobia? La risposta è molto semplice perché si tratta della paura di rimanere sconnessi

Quando si chiede cos’è la nomofobia è necessario tenere presente che viviamo in un mondo sempre più connesso dove le nostre vite sono sempre più legate alla rete quindi la paura di rimanere sconnessi potrebbe essere la crisi del millennio o dei Millennials visto che i dispositivi mobili possono rappresentare quasi una sorta di appendice. E’ bene comunque fare i distinguo in modo da non incappare in fraintendimenti poiché il telefono è diventato un prodotto molto utile per il lavoro poiché da una parte le sue specifiche tecniche lo mettono alla pari di un computer ma anche perché le varie applicazioni di messaggistica istantanea rendono i contatti lavorativi semplici ed immediati.

Cos’è la nomofobia? In effetti si discute in ambito medico riguardo la sua reale presenza perché non è stata inserita nell’attuale Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, arrivata alla Quinta Edizione (DSM-5), cionondimeno è stato proposto da due medici, Bianchi e Philips, hanno riscontrato alcuni elementi, come un uso massiccio del proprio dispositivo mobile, che possono essere associati ad un disordine che può essere ricondotto alla paura di rimanere sconnessi. Secondo alcuni studi molti giovani uomini e donne tendono a non spegnere mai il telefono andandolo a controllare almeno trentacinque volte al giorno. Chi soffre di questa fobia indica una bassa autostima che lo porta ad un uso inappropriato del proprio smartphone ed un’accentuata personalità molto estroversa.

Ma non solo cos’è la nomofobia è un discorso molto dibattuto ma anche il suo stesso nome in quanto deriva da l’unione di varie parole inglese ovvero no-mobile-phone fobia mentre nella nomenclatura poiché la prima parte di questa parola deriva da nomos, un termine greco che significa regola. Quindi ne deriva che astronomia ovvero le leggi che regolano gli astri o economia le regole che determinano la finanza. A quanto pare questo termine potrebbe fare eccezione poiché è stato adottato dalle giovani generazioni.