Combattere le zanzare rappresenta un compito molto importante con l’arrivo della stagione calda

Combattere le zanzare e tutti gli insetti parassitari di quel tipo ma non sempre la scelta giusta è quella di adoperare prodotti chimici perché sebbene siano utili per uccidere questi insetti portano con loro anche dei problemi molto seri in termini d’inquinamento quindi quando si può la scelta scelta più opportuna è adoperare gli strumenti che la natura ci offre. In questo caso possiamo adoperare la Gambusia Affinis che è un piccolo, resistente e bel pesce che si nutre di larve e zanzare non lasciando loro scampo.

Il Gambusia Affinis è un assassino naturale quando si parla di combattere le zanzare perché nel corso degli anni si è evoluto per adattarsi alla vita nelle acque stagnanti. Questo pesce è molto resistente perché riesce a vivere abbastanza sia nell’acqua molto fredda sia in quella molto calda infatti la sua tolleranza va da un minimo di tre gradi fino ad un massimo di trentacinque. E’ in grado di rimanere in vita anche quando l’acqua raggiunge i quarantadue gradi ma a questa temperatura può vivere per pochi giorni. Il Gambusia può vivere inoltre con un’acqua putrida, poco ossigenata e con un alto grado di salinità. Sono inoltre molto piccoli visto che da adulto il maschio non supera i tre centimetri e mezzo mentre la femmina i sei e mezzo.

Il Gambusia Affinis rappresenta la soluzione perfetta per liberarsi delle larve, le uova e moltissimi altri insetti e parassiti e potrebbe essere la soluzione definitiva quando si decide di combattere le zanzare soprattutto se si ha anche piccoli laghetti ornamentali. Inoltre sono molto belli da vedere, non hanno bisogno di particolari cure e costano molto poco, di solito il loro prezzo non supera i tre euro quindi si può creare un ottimo sistema antizanzara.