Oggi è la festa delle donne e questa festa noi di Bitmagazine la onoreremo parlato di otto donne che hanno cambiato la scienza

Oggi è la festa delle donne quindi abbiamo deciso di onorare il gentil sesso parlando delle donne che hanno fornito un importante contributo alla scienza poiché hanno dato lustro al loro genere. Di solito quando si parla di tecnologia molto spesso ci si riferisce agli uomini ma non è vero poiché vi sono grandissime personalità che hanno offerto il loro contributo ed alcune volte la vita nel nome della scienza.

Il primo scienziato donna? Merit Ptah

In effetti non ci sono moltissime notizie riguardo questa donna scienziata solamente alcune iscrizioni ma la sua esistenza è confermata da alcune notizie. Questo scienziato era un medico molto importante che si distinse nella pratica, davvero niente male nel 2700 a.C..

Marie Curie e la scoperta del RADIO

In questo magazine abbiamo già parlato di questa grandissima scienziata polacca che, con l’aiuto del marito Pierre, riuscì a scoprire le caratteristiche delle radiazioni e del RADIO, un metallo molto radioattivo disponibile in bassissime quantità sulla terra. Marie Curie pagò con la vita il suo amore per la scienza.

Maria Montessori, la scienziata simbolo della festa della donna

Maria Tecla Artemisia Montessori è probabilmente una scienziata a tutto tondo perché questa donna passò la sua vita a studiare e creascere dal punto di vista intellettuale. E’ da considerarsi la scienziata simbolo della festa della donna perché fu molto attiva politicamente ed una delle artefici dell’emancipazione femminile nel nostro paese. La Montessori è conosciuta in tutto il mondo come pedagogista creando quello che ad ora è considerato il più avanzato metodo pedagogico nel quale si afferma che il bambino è già una pesona formata e quindi può sviluppare energie creative.

Margherita Hack, la donna delle stelle ma con i piedi ben saldi sulla Terra

Margherita Hack ha assunto moltissimi ruoli in alcune tra le più importanti istituzioni astrofisiche italiane riuscendo ad ottenere numerosi successi personali. Tra le altre cose è stata la promotrice per l’ingresso della comunità scientifica italiana nell’uso dei satelliti portando l’astrofisica italiana ad un’importanza internazionale.

Ipazia: l’astronoma che rivoluzionò il modo di vedere il mondo

Intorno al quarto secolo Ipazia, un’astronoma molto importante, riuscì ad inventare uno strumento che ha cambiato per sempre il mondo riuscendo a scrivere tre importanti teoremi trattanti l’astronomia, l’algebra e la geometria. Inventò l’astolabio, il densimetro ed uno strumento per la distillazione dell’acqua.

Rita Levi-Montalcini: una donna da Nobel

Rita Levi-Montalcini è una tra le scienziate italiane più conosciute in assoluto non solo perché nel 1986 riuscì a vincere l’importantissimo premio Nobel ma anche perché è stata, con Margherita Hack, impegnata nella divulgazione a tutti i livelli della scienza. La donna torinese è riuscita ad ottenere questo prestigioso premio in seguito alla scoperta del fattore della fibra dell’accrescimento dei tessuti nervosi.

Linda Buck e gli studi sull’olfatto

La scienziata statunitense ha dedicato la sua vita lavorativa alla neurobiologia riuscendo ad arrivare a livelli molto elevati infatti in seguito ai suoi studi riuscì, insieme a Richard Axel, a vincere il premio Nobel per i suoi studi sui recettori olfattivi.

Françoise Barré-Sinoussi: una donna in prima linea contro l’HIV

Françoise Barré-Sinoussi fu uno di quei scienziati che furono in prima linea per identificare il virus dell’HIV, il Virus dell’Immunodeficienza Umana, che provoca l’AIDS. Lei creò una serie di operazioni molto importanti per la sua identificazione. Proprio per questo motivo riuscì ad ottenere il premio Nobel per la medicina.

Otto donne eccezionali per l’otto marzo per la festa delle donne. Naturalmente ce ne sono molte altre ma queste per un motivo o per un altro hanno lasciato la loro impronta nella storia. Buona festa a tutte.