E’ passato un secolo e due lustri da quando Marie Curie scoprì il Radio

Quando si parla di Marie Curie, aiutata da suo marito Pierre, giustamente la mente va subito ai suoi esperimenti che portarono alla sua prematura morte ed alla scoperta del Radio un elemento tanto pericoloso e mortale quanto necessario per la medicina. Oggi è una giornata particolare perché è il centoventesimo anniversario dalla sua scoperta che comunque avvenne perché stava maturando, all’inizio del ventesimo secolo, una nuova concezione di scienza smarcandosi completamente dal mondo ottocentesco. La chimica nel secolo scorso ebbe un grandissimo impulso andando quindi ad innescare le sorprendenti scoperte scientifiche creando un crescendo che ancora, per fortuna, non accenna a diminuire.

Il Radio e la radioattività: chi sono, come funzionano e sono amici o nemici?

Tutto o quasi nasce con la scoperta che alcuni elementi chimici tendono a perdere atomi andando a trasformarsi, nei secoli, in qualcos’altro creando le radiazioni. Il primo a scoprire le interazioni con gli elementi chimici come i Raggi X da parte di Wilhelm Conrad Röntgen ma ciò che ispirò davvero la chimica polacca erano gli studi sulla fluorescenza dei sali di Uranio portati avanti da Henri Becquerel. Il Radio, simbolo RA, ha un numero atomico di 88 ed ha un’emivita di oltre milleseicento anni per poi decadere in radon. Questo metallo alcalino-terroso è decisamente raro lo si può trovare in piccole quantità all’interno della pechblenda ed in alcuni minerali di Uranio. E’ inoltre bene tenere presente che questo particolare materiale è decisamente radioattivo in grado di produrre raggi alfa, beta e gamma ma è anche in grado di produrre neutroni se mescolato col Berillio. Questo metallo ha una fluorescenza verde-blu dovuta proprio alla  Vediamo gli attuali utilizzi del Radio:

  • medicina: la medicina nucleare si basa quasi completamente sul Radio perché il cloruro di Radio viene utilizzato per produrre il gas radon che viene usato nel trattamento di alcuni tumori, l’isotopo 223 viene adoperato per la cura dalle metastasi ossee;
  • viene adoperato con il berillio per la produzione di neutroni.

Le ragazze del Radio: la storia terribile di come un gruppo di lavoratrici morirono di radiazioni

Si è già detto in precedenza che il Radio è uno tra gli elementi più radiattivi del mondo ma la sua luminescenza era molto apprezzata per la creazione di prodotti visibili al buio quindi sorsero alcune aziende che adoperavano il mortale metallo per creare i loro prodotti non avendo ben chiaro che questo avrebbe significato pesanti avvelenamenti per i lavoratori e per i clienti. Una di queste fu la United States Radium Corporation che obbligava le lavoratrici ad inumidire i pennarelli con le labbra e la lingua in modo da poter avere una pittura, va da sé che era a base di Radio, perfetta. Queste sono state chiamate le ragazze del Radio perché tutte ebbero infauste conseguenze da questa lavorazione. Successivamente si decise di non adoperare più questo tipo di vernice ed il Radio in generale per scopi civili.