Il 2018 sta per concludere ed è ora di vedere le più belle foto spaziali fatte dall’ESA

Il 2018 sta per terminare, mancano solo dieci giorni, quindi è interessante vedere le più belle foto spaziali ESA perché ci mostrano il cosmo e la nostra Terra con un’ottica unica. L’Agenzia Spaziale Europea, questo è ciò che significa l’acronimo ESA, è un consorzio di vari stati europei, tra i quali c’è anche il nostro paese, che si prodigano per sviluppare il settore aerospaziale e l’esplorazione dei corpi celesti. I cosmonauti sono, come ormai succede per le principali agenzie spaziali mondiali, di vari paesi e stanno ottenendo dei risultati molto interessanti. Ciò significa che le immagini effettuate sono davvero eccezionali.

COMETA 46P/Wirtanen

Copyright ESA / ESAC Astronomy Club / W. Van Reeven

Questa è un’immagine davvero molto affascinante perché ci mostra non solo una cometa alla fine della sua vita ma anche tutto ciò che la circonda. Il suo tragitto l’ha portata verso al sole ma il suo nucleo, il piccolo puntino bianco al centro, sarebbe comunque morto da lì a poco. La nube color verde diffuso, formata da cianogeno e carbonio diatomico, rappresenta il suo coma mentre è possibile vedere un piccolo accenno di coda. Le linee diagonali sono rappresentano invece le stelle.

ELISIUM PLANITIA – MARTE

Copyright ESA, CC BY-SA 3.0 IGO

Questa immagine mostra Elysium Planitia dove in precedenza era atterrato InSight lanciato dalla NASA. Questa è una tra le più belle foto spaziali ESA perché mostra molto bene le varie caratteristiche di Marte.

LA NEBULOSA FANTASMA

Copyright ESA/Hubble, NASA, CC BY 4.0

Questa fotografia per la sua bellezza sembra un’illustrazione ma in realtà è davvero una tra le più belle immagini del cosmo attualmente a disposizioni di tutti noi. E’ importante ricordare che quella di Cassiopea è una tra e costellazioni più belle mai viste partendo dalla Gamma Cassiopeiae che è una stella subgigante di un colore variabile blu o bianca ed è circondata da un disco gassoso. Questa stella è sedici volte più grande e sessantacinquemila volte più luminosa del sole ma la cosa stupefacente è che gira così veloce da arrivare a colpire IC63 chiamata anche la nebulosa fantasma andando a conferire a questa nebulosa il suo tipico colore grazie alle radiazioni ultraviolette rilasciate da questa stella formate da idrogeno-alfa.

ALBA ORBITALE

Copyright ESA/NASA-A.Gerst

Questa è probabilmente una tra le più suggestive foto spaziali ESA del 2018 perché mostra l’alba orbitale scattata dalla Stazione Spaziale Internazionale. Per la precisione è stato il cosmonauta Alexander Gerst che ha fatto questo capolavoro e sembra che anche lui è rimasto senza parole quando, fortunato lui, ha ammirato il compiersi di uno spettacolo che ogni giorno va in scena.

CRATERE KOROLEV – MARTE

Copyright ESA/DLR/FU Berlin, CC BY-SA 3.0 IGO

Questa immagine è stata prodotta dal Mars Express dell’ESA e mostra il cratere Korolev che si trova nelle pianure settentrionali ed ha un diametro di circa ottantadue chilometri.