Le truffe online stanno spopolando trovando come obiettivo principale le mail

Lo spam che fino a poco tempo fa era per lo più fastidioso ora è diventato un vero e proprio rischio per le truffe online che purtroppo stanno vedendo una grande popolarità e che cominciano a diventare un vero e proprio pericolo per la vita delle persone. Molto spesso si tratta di phishing che si basa sull’invio di link fraudolenti atti a rubare dati sensibili dei malcapitati. In molti non ci credono quindi riescono a smarcarsi da questo problema ma altrettanti ancora ci cascano anche per questo motivo è importante determinare ed eliminare spam dalla propria casella di posta online. Questo accade molto spesso ad una bassa conoscenza della tecnologia e come questa viene adoperata dagli istituti bancari e dalla pubblica amministrazione ma la cosa sembra che si sia affinata molto andando a creare attacchi per così dire più personalizzati. Prima di creare questa guida abbiamo fatto delle ricerche quindi una parte del contenuto è frutto dei nostri dati.

Le truffe online mediante le email di banche e pubblica amministrazione

Per cominciare è necessario tenere presente che vi sono una serie di problematiche inerenti alle pseudo email inviate dalle pubbliche amministrazioni e dalle banche. E’ importante tenere presente che la posta, la polizia e l’agenzia delle entrate non comunica tramite email semplice perché non ha una valenza legale. Qualora dovessero farlo devono adoperare esclusivamente la PEC perché è l’unico strumento con una valenza legale. Stesso discorso vale per le carte di pagamento e prepagate.

Le truffe si evolvono e si profilano

Il nostro studio che abbiamo portato avanti noi ha determinato come le truffe online si sia profilata andando a prendere i contatti dei social media. Questo potrebbe sembrare più verosimile rischiando quindi di creare più vittime. La cosa che bisogna fare è chiedere al contatto la conferma dell’invio della mail e nel caso la risposta fosse negativa cancellarla subito.